You are here:

Cos’è l’aglio in camicia e come si usa

Dall’aroma inconfondibile al sapore deciso e delicato al tempo stesso: l’aglio è un ingrediente imprescindibile per la cucina quotidiana. Eppure sono molte le persone che preferiscono evitarlo proprio perché trovano il gusto molto intenso oppure troppo poco digeribile. Tuttavia, esistono soluzioni semplici per introdurre l’aglio nella dieta di tutti i giorni e godere dei suoi tantissimi benefici per la salute. A tal proposito all’interno di questo approfondimento scopriremo il significato dell’aglio in camicia, nonché del suo principale sinonimo. Inoltre, vedremo perché questa preparazione è così diffusa nella nostra cucina e come realizzarla.


Cos’è l’aglio in camicia?

Per tutti coloro che si sono imbattuti in quest’espressione e hanno finito per chiedersi che significa aglio in camicia, la spiegazione è presto data. Per aglio in camicia si intende uno spicchio che non viene privato della sottile pellicina esterna. Per prepararlo è sufficiente disporre di un tagliere e di un coltello. Dalla testa d’aglio eliminare la parte più esterna dopo che si è inciso un piccolo taglio sulla sommità. A questo punto si può estrarre un solo spicchio da posizionare sul tagliere. Anche se non è necessario, molto spesso l’aglio viene schiacciato con l’ausilio della parte larga di un coltello, in modo tale che esso rilasci comunque i suoi aromi anche se non in modo preponderante.


Perché si usa l’aglio in camicia in cucina?

Questa particolare modalità di utilizzo dell’aglio è molto diffusa, specialmente nelle pietanze della cucina mediterranea, ma dai grandi chef. Conosciuto anche come aglio vestito, questo insaporitore permette di ottenere un sapore più delicato evitando che l’aroma intenso arrivi a prevalere sugli altri ingredienti. Di fatto questa preparazione neutralizza e leviga i sentori più pungenti dell’aglio, rendendo le ricette saporite ma in maniera delicata. Uno dei vantaggi da non trascurare nel decidere se utilizzare o meno l’aglio in camicia si ritrova nel fatto che l’ingrediente che non viene privato nella buccia prima della cottura può reggere molto più a lungo le alte temperature senza arrivare a bruciarsi. Ciò si rivela fondamentale in cucina per le preparazioni che comportano cotture prolungate. Stando a quanto affermano molti esperti di nutrizione, l’aglio in camicia risulta molto digeribile in particolar modo per tutte le persone che hanno generalmente problemi con i piatti a base di questo delizioso ma al tempo stesso intenso ingrediente.


Quanto è importante scegliere aglio biologico?

Per avere la certezza di utilizzare prodotti davvero sicuri è fondamentale poter contare su materie prime coltivate in maniera sostenibile. Ecco dunque che quando si cucinano pietanze che prevedono l’aglio in camicia, è meglio puntare su aglio di buona qualità e preferibilmente coltivato secondo regimi di agricoltura biologica. Ciò consente a coloro che si mettono ai fornelli di avere la certezza di utilizzare aglio sicuro e di alta qualità anche per quanto concerne la delicata buccia, che non ha assorbito pesticidi o altri elementi nocivi. 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Ultimi post